Torna alla Home page
Torna alla Home page

Mirella Di Vita

Mirella Di Vita si è laureata con lode in Lingue e Letterature Straniere e si è diplomata brillantemente in canto sotto la guida di Giovanni Dagnino; successivamente ha seguito i corsi di Gabriella Ravazzi sulla vocalità del Novecento e di Raina Kabaivanska sull’interpretazione lirica. Vincitrice di concorsi di canto (1° premio al Concorso Riviera della Versilia del 2002, 1° premio al Concorso internazionale di Musica da Camera Città di Vercelli nel 2003,  premio “Boris Christoff” dedicato agli artisti emergenti nel 2003, 2° premio Premio Nazionale delle Arti nel 2011), ha interpretato  ruoli di primo piano in Der Jasager di Weill, L’enfant et les sortileges di Ravel, La vedova allegra di Lehár, La rondine di Puccini, Dido and Aeneas di Purcell, L’elisir d’amore di Donizetti, Rigoletto di Verdi, Il barbiere di Siviglia di Rossini, I quattro rusteghi di Wolf Ferrari, Il mondo della luna di Haydn, Le vicende d’amore di Guglielmi, La finta semplice di Mozart, Pagliacci di Leoncavallo, lavorando con registi quali Aldo Tarabella, Marina Mariotti, Gino Zampieri, Sarah Ventura, Simona Marchini, Ugo Gregoretti e direttori come Aldo Sisillo, Giuseppe Ratti, Franco Trinca, Giuliano Carella.
Nella stagione 2011 ha cantato i ruoli di Adina nell’allestimento dell’Elisir d’amore del Teatro Carlo Felice di Genova, con la regia di Filippo Crivelli e la direzione di Christopher Franklin; di Hanna Glavary nella Vedova allegra in vari teatri; di Gildanel Rigoletto nell’ambito del Festival “Il Giglio è lirica” all’Isola del Giglio sotto la guida di Lorenzo Tazzieri.  Inoltre ha tenuto  recitals  in Polonia, Finlandia e Romania  e ha inciso un cd di liriche da camera di Schubert, Korngold e Castelnuovo-Tedesco. Nella stagione in corso ha interpretato i ruoli della Caramellaia nell’opera per ragazzi Cera una volta... Re Tuono di Daniela Terranova; di Papagena in Die Zauberflöte di Mozart (al Teatro Carlo Felice di Genova, direttore Johannes Wildner e regista Daniele Abbado); di Serafina nel Campanello di Donizetti; di Rosina nel Barbiere di Siviglia; di Adina nell’Elisir d’amore; di Gilda nel Rigoletto; di Norina nel Don Pasquale di Donizetti.